WeCreativez WhatsApp Support
Supporto Clienti
Ciao, come posso aiutarti?

18 novembre, 2018

header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
In evidenza
Fatti & persone marzo 2015

Fatti & persone marzo 2015

CAMPIONATO ITALIANO PCS 2015

Partirà agli inizi di marzo con le prime tappe di qualificazione il Campionato Italiano Soft Air PCS 2015. Grande novità di quest’anno è il riassetto della struttura organizzativa del circuito con la suddivisione del CSAET (Coordinamento Soft Air Emilia Romagna e Toscana) in due realtà distinte: lo CSAER (Coordinamento Soft Air Emilia Romagna), sigla già esistente prima della fusione tosco-emiliana del 2013, e lo CSAT (Coordinamento Soft Air Toscana), al quale spetterà anche il compito di coinvolgere i club laziali interessati al progetto PCS nella prospettiva di un’ulteriore espansione del campionato.
La prima conseguenza di tale impostazione è che i gironi di qualificazione passano da tre a quattro: il girone A per lo CSAP (Coordinamento Soft Air Piemonte), il B per lo CSAL (Coordinamento Soft Air Lombardia e Liguria), il C per lo CSAT e il D per lo CSAER.
Prevedendo una partecipazione di circa quindici squadre per girone, saranno una sessantina i team che si contenderanno il titolo di campioni d’Italia PCS per il 2015. Ed è proprio in funzione di numeri così importanti che, per la prima volta nella storia del campionato PCS, quest’anno verrà organizzata una semifinale. La cosa, in sintesi, funzionerà così: alla finale accederanno di diritto le prime due squadre qualificate di ciascun girone, per cui già in prima battuta si avranno otto delle quattordici squadre finaliste. Le restanti sei usciranno dalla semifinale, che vedrà affrontarsi la terza, la quarta e la quinta squadra qualificata di ciascun girone, per un totale di dodici team in lizza.
Per quanto riguarda le tappe, ne sono state programmate cinque per i gironi A, B e C e quattro per il girone D, per un totale di diciannove gare, con inizio tra febbraio e aprile e conclusione a fine estate, alle quali s’aggiungeranno una semifinale a settembre e la tanto attesa finale nazionale a ottobre. Un corposo calendario, quindi, tale da garantire un ampio coinvolgimento e un sicuro divertimento per tutti i team partecipanti.
Parlando nello specifico della finale – l’ormai tradizionale “Trofeo Soft Air Dynamics” – l’intento del comitato promotore è quello di organizzarla a Roma, in modo da promuovere il circuito Pcs presso i softgunner laziali nella prospettiva di un suo allargamento nel Centro Italia.
Entrare nel circuito PCS e partecipare al campionato è semplice: basta essere legalmente costituiti come ASD e disporre di una copertura assicurativa adeguata, stipulata autonomamente o mediante l’affiliazione a un ente di promozione sportiva.
Non esistono settarismi o preclusioni di sorta: il PCS non è un club esclusivo e non teme – anzi incoraggia – il confronto, forte di una decennale esperienza che lo dispone alla massima apertura verso le nuove idee che circolano nel soft air italiano.

E-mail: pcs.softair.italia@gmail.com
softairpcsitalia.blogspot.com

___

02 Fatti & persone Apocalypse

APOCALYPSE FROM SPACE

Fervono i preparativi di “Apocalypse from Space”, sequel della saga fantacombat ideata dai club Black Delta di Udine e Falchi della Carnia di Zuglio (Ud). L’evento – un torneo a tappe ad alto tasso scenico – si articolerà quest’anno in tre gare eliminatorie (29 marzo, 12 e 26 aprile) e una finale (13 e 14 giugno); le prime avranno luogo a Paluzza, mentre la finale si svolgerà tra Paluzza, Cesclans e Cavazzo Carnico, tutte località della provincia di Udine. Collaboreranno attivamente all’organizzazione il Commando Lycans di Udine, le Rude Bestie di Amaro (Ud) e i Predators di Tolmezzo (Ud).
Nello storyboard della prima edizione – svoltasi da marzo a giugno dell’anno scorso – si narrava di un’infezione scoppiata nei laboratori della Biologic Corporation, poi diffusasi come spaventosa pandemia che aveva trasformato in zombie oltre un terzo della popolazione mondiale. Reparti speciali di sopravvissuti, infiltratisi nei laboratori sotterranei della multinazionale, avevano eliminato Nomak, la mostruosa mutazione dotata del maggior potere infettivo, e isolato l’antivirius sperimentale segreto.
Ora, nella seconda edizione, si scopre che Nomak è stato precedentemente clonato e potenziato e che un gruppo terroristico sta utilizzando le scoperte della Biologic Corporation nel campo delle armi batteriologiche al fine di assoggettare ciò che resta della popolazione umana. Ma non basta: un devastante flagello è sceso dallo spazio…
Oltre sessanta operatori dell’organizzazione saranno impegnati nella difesa degli obiettivi, interpretando le parti di zombie, cloni di soldati geneticamente modificati, terroristi, prigionieri, tecnici informatici militari, medici e alieni.
Rispetto all’anno scorso, gli effetti sonori e visivi sono stati intensificati e gli scenari raddoppiati, con quattro nuovi bunker sotterranei di maggior estensione e su più livelli. Inoltre, in occasione della finale, verrà utilizzata una caserma come ambientazione per la liberazione di ostaggi e la distruzione di rampe missilistiche, il tutto in notturna.
Il torneo è riservato a trenta squadre (dieci per eliminatoria) di otto-dieci giocatori ciascuna. Quindici di esse (cinque per eliminatoria) parteciperanno alla finale. Le tre tappe consisteranno in combat 6h a navigazione libera con obiettivi progressivi boschivi e sotterranei (bunker) a finestra di tempo. La finale si giocherà invece in modalità combat a navigazione libera in due fasi: una diurna, con richiesta di luce verde su due campi boschivi, ed una notturna, con chiamata programmata su obiettivo urbano.
La gara, particolarmente impegnativa negli ingaggi e nella conquista degli obiettivi, non mancherà di coinvolgere emotivamente i partecipanti fin dalla prima missione in un crescendo di scenografie ed effetti speciali.
L’evento è patrocinato dai comuni di Paluzza e Cavazzo Carnico ed è sponsorizzato dal negozio Gladius Softair di Udine, dalla palestra Iron Gym di Majamo (Ud) e da Soft Air Dynamics.

Info e iscrizioni:
Cell. 370 1058314
E-mail: blackdeltasoftair2013@yahoo.it
Facebook: Black Delta Asd

___
03 Fatti & persone Dark Town

DARK TOWN 2015

L’ASD Combat Softair di Brindisi organizza per il 16 e 17 maggio prossimi il torneo nazionale “Dark Town 2015”. La manifestazione, giunta alla quarta edizione, ha scopo benefico: l’incasso sarà infatti devoluto a favore della Fondazione ANT Italia Onlus.
Alla realizzazione dell’evento collaborano inoltre: l’Enel, che metterà a disposizione le strutture per la presentazione e la premiazione, oltre al servizio mensa per tutti i partecipanti; il WFP (World Food Programme), cioè il Programma Alimentare Mondiale dell’ONU, che concederà alcune aree di propria competenza situate a Brindisi; l’aeronautica militare; la sezione brindisina della Lega Navale Italiana; l’Ordine di Malta; l’ASD Future Drow di Molfetta (Ba) e l’ASD V Reparto d’Assalto di San Pietro Vernotico (Br).
La gara si articolerà su oltre dieci obiettivi con varie tipologie di missioni e le squadre concorreranno per il piazzamento in diverse classifiche (a punti, fair play, tattica e altre speciali).
Altri dati sulla manifestazione:

• durata: 24h
• location: Brindisi e provincia
• operatori per team: otto
• posti disponibili: ventisette team
• apertura iscrizioni: 3 marzo 2015

Info e iscrizioni:
Cell. 329 1515212 (Nico)
Cell. 335 5683173 (Luciano)
www.darktown.it

About The Author

è l'unica rivista mensile a diffusione nazionale interamente dedicata allo "sport del 21° secolo": il soft air, gioco di squadra che riunisce in sé le discipline del combattimento a fuoco simulato.

Related posts