30 Giugno, 2022

header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
In evidenza
La guerra dei softgunner contro l’inciviltà non si ferma

La guerra dei softgunner contro l’inciviltà non si ferma

Nota della nostra redazione: ennesima prova della sensibilità ecologica dimostrata dai softgunner italiani con l’assiduo impegno a ripulire il verde pubblico. E chissà, magari un giorno scopriremo che gli incivili che sistematicamente abbandonano l’immondizia in boschi e parchi trasformandoli in discariche sono gli stessi che non perdono occasione per strepitare contro il soft air. Comunque sia, costoro sono i “nemici”. Nemici dell’ambiente, nemici della collettività, nemici dell’educazione. E anche dell’intelligenza. E noi li combattiamo cercando di rendere il mondo un posto migliore… anche per loro.

A Cislago i volontari riempiono un container colmo di rifiuti trovati nel Bosco del Rugareto

All’appuntamento promosso dall’amministrazione comunale hanno risposto una quarantina di persone, tra cui i rappresentanti di diverse associazioni cittadine

Articolo tratto da SaronnoNews.it

Cislago (Va), 17 maggio 2022 – Grande partecipazione a Cislago domenica 15 maggio per l’edizione 2022 della “Giornata del Verde Pulito”, l’iniziativa promossa ogni anno da Regione Lombardia con l’obiettivo di sensibilizzare a sviluppare un senso di responsabilità e appartenenza per il luogo in cui si vive, attraverso l’impegno diretto in azioni dirette a ripulire aree verdi, boschi, sponde di laghi, fiumi e torrenti.

Il risultato della mattinata di pulizie è stata la raccolta di un container colmo di spazzatura, che sono poi stati portati alla piattaforma ecologica. Tra i rifiuti raccolti pentole, parti di motori elettrici e lavabi, abiti e plastica di vario tipo.

«Sono stati inoltre localizzati alcuni appostamenti legati allo spaccio (attività questa in linea con il progetto ministeriale in corso, volto al contrasto della gestione di stupefacenti) e recuperate alcune biciclette oggetto di furto, che sono a disposizione degli aventi diritto, rivolgendosi presso la depositeria comunale. Le attività si sono svolte in sicurezza, grazie alla preziosa vigilanza e collaborazione della Polizia locale, della Protezione civile e delle Guardie Ecologiche Volontarie».

Infine, un ringraziamento dell’amministrazione comunale a tutti coloro che hanno aderito all’iniziativa pubblica: «Un grazie particolare al gruppo 5 Cascine Running e Softair, associazioni sportive che si sono distinte per il numero di iscritti partecipanti. L’obiettivo rimane quello di tutelare l’ambiente e di rendere sempre più fruibili i nostri boschi».

Ad invocare poi un più attento controllo su quali mezzi entrino all’interno dei percorsi del bosco Maurizio Cremascoli, rappresentante del comitato locale dell’associazione Salviamo il Paesaggio: «Le sbarre vengono spesso vandalizzate e i lucchetti tranciati. Da qui entrano poi più agevolmente con moto ed altri veicoli non autorizzati secondo quanto prevede l’ordinanza n. 83/08 del 2008».

«I bivacchi che prevedono intrattenimenti con consumazioni di cibi e preparazione di sostanze stupefacenti tramite l’accensione di fuochi, rischiano di provocare incendi come accaduto in zone agricolo/boschive», conclude Cremascoli . «Anche le scorribande di moto da cross, notate durante la giornata, sono da impedire, in quanto, fortemente inquinanti per via dei gas di scarico e la dispersione di idrocarburi».

Se vuoi lasciare un commento, utilizza l’apposita finestra che trovi in basso nella pagina.

Se desideri consultare l’aggiornamento delle notizie inerenti il soft air pubblicate dalla stampa generalista, CLICCA QUI.

About The Author

è l'unica rivista mensile a diffusione nazionale interamente dedicata allo "sport del 21° secolo": il soft air, gioco di squadra che riunisce in sé le discipline del combattimento a fuoco simulato.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *