13 Dicembre, 2019

header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
In evidenza
Nemesis X9: l’UDP-9 da soft air

Nemesis X9: l’UDP-9 da soft air

Nemesis X9 Classic Army: una replica compattissima ispirata all’UDP-9 dell’americana Angstadt Arms

Articolo tratto da Soft Air Dynamics n. 104 (ottobre 2018).

La grande famiglia Nemesis della Classic Army si è allargata con l’arrivo di un modello molto particolare: l’X9. La replica è ispirata ai PCC (pistol caliber carbine) real steel di derivazione AR-15, in particolare all’UDP-9 dell’americana Angstadt Arms, una compatta carabinetta Colt type che utilizza caricatori Glock da 9 mm ed è in grado di assicurare un tiro preciso e potente con un rinculo molto ridotto. Un’arma con chiara vocazione PDW (personal defense weapon), principlmente destinata al personale di sicurezza sia civile che di polizia.

Nell’ambito del soft air, questa tipologia di ASG è particolarmente versatile e può essere utilizzata sia nel ruolo di arma principale che di backup, in una gamma di scenari operativi che va dalle missioni recon al CQB. Ruoli che il Nemesis X9 Classic Army dimostra di saper interpretare alla perfezione.

La replica, disponibile in quattro colorazioni (black, blue, bronze o grey), è maneggevolissima, ergonomica, funzionale oltreché di gran pregio. Ha il receiver e il paramano M-Lok in alluminio – di cui il primo con lavorazione CNC – il calcio retrattile PDW type con vano batteria nel buffer tube e monta mire flip-up Troy type. Atre caratteristiche: selettore di tiro ambidestro, dust cover (che resta sempre aperto) con bandiera Usa incisa all’interno e grilletto di tipo rettilineo. Ovviamente, il modello è compatibile con tutti gli upper receiver della serie Nemesis.

Internamente, toviamo un gear-box di seconda generazione con molla a estrazione rapida, ingranaggi d’acciaio su boccole da 9 mm e Mosfet ECS (Electronic Control System), che consente, tra le altre cose, la raffica controllata da 3/5 colpi.

L’inner barrel è di precisione e ha un diametro interno di 6,03 mm.

Dati tecnici
• Lunghezza: 500/585 mm
• Peso: 2,20 kg
• Lunghezza canna interna: 140 mm
• Capacità caricatore: 120 colpi

Test di tiro
• Velocità iniziale media: 84,7 m/s
• Energia rilevata: 0,72 J
• Diametro rosata: 103 mm
• Distanza dal bersaglio: 20 m
• Pallini utilizzati: bio 0,20 g

Qui sopra, l’UDP-9 Angstadt Arms, cui si ispira il Nemesis X9 Classic Army.

Il modello è provvisto di drum hider extracorto per il CQB e mirino flip-up Troy type.

Il selettore è ambidestro. Il magazine catch è nella posizione standard dei sistemi AR type.

Il registro di regolazione dell’hop-up è a ghiera. Sul retro del dust cover è stampata la bandiera USA.

La voluminosa manetta d’armamento ha il leveraggio di sblocco ambidestro.

Il rail system con attacchi M-Lok si avvale della licenza ufficiale Magpul (si noti il logo originale alla base del paramano). Pur molto compatto, ha una lunghezza sufficiente per ospitare diversi accessori tattici.

Sopra, il frame AR type si caratterizza per il design squadrato, sobrio ed elegante. Sul lato sinistro dell’upper receiver, a grandi lettere, è stampata la trascrizione “fonetica” del nome Nemesis (nemeziz).

Il caricatore Glock long type ha una capacità di 120 colpi.

L’impugnatura a pistola presenta una particolare texture antiscivolo dimple type, costituita da tante fossette.

Il calcio wirestock PDW type ha una struttura robusta e non oscilla.

Il vano batteria è ricavato all’interno del buffer tube.

About The Author

è l'unica rivista mensile a diffusione nazionale interamente dedicata allo "sport del 21° secolo": il soft air, gioco di squadra che riunisce in sé le discipline del combattimento a fuoco simulato.

Related posts