17 Novembre, 2019

header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
In evidenza
Colt sospende la produzione dei fucili AR civili

Colt sospende la produzione dei fucili AR civili

Colt sospende la produzione dei fucili AR-15 per il mercato civile

Louis Casiano per Fox New

La storica azienda armiera americana Colt si appresta a sospendere la produzione del popolare e controverso fucile AR-15 e di altri modelli per il mercato civile, mentre in ambito legislativo prosegue l’intenso dibattito sulle armi da fuoco a seguito delle “sparatorie di massa” avvenute negli USA.

Il presidente e amministratore delegato dell’azienda, Dennis Veilleux, ha affermato che la produzione destinata ai consumatori è stata eccessiva e che oggi sul mercato civile vi sono abbastanza fucili per il prossimo futuro.

Colt si concentrerà quindi sulle commesse militari e del settore law enforcement.

«Attualmente, questi contratti altamente impegnativi stanno assorbendo tutta la capacità produttiva di Colt per quanto riguarda le armi lunghe», ha dichiarato Veilleux in una nota. «Riteniamo quindi opportuno seguire la domanda dei consumatori e adeguarci ai cambiamenti delle dinamiche di mercato».

Veilleux ha ribadito l’impegno dell’azienda del Connecticut sul mercato civile e nella difesa del Secondo Emendamento. Ha detto che Colt continuerà a fornire pistole e revolver e sta espandendo la propria rete di rivenditori.

«Colt è stata una forte sostenitrice del Secondo Emendamento per oltre 180 anni, rimane tale e continuerà a fornire ai propri clienti le migliori armi da fuoco del mondo», ha affermato.

Va osservato che la decisione di sospendere la produzione di AR-15 giunge in un momento in cui i produttori e i rivenditori di armi da fuoco si trovano a subire forti pressioni a seguito di numerosi massacri che hanno visto l’utilizzo di fucili serie AR-15. Il candidato democratico alla Casa Bianca Beto O’Rourke, che viene da El Paso, in Texas, dov’è avvenuto uno di tali episodi, ha recentemente dichiarato che, se conquisterà la presidenza degli USA, confischerà le armi di tipo militare ai loro possessori.

«Sì», ha detto O’Rourke, che ha accentuato la propria posizione in una recente apparizione nel programma Cuomo Prime Time della CNN, «quando si tratta di AR-15 e AK-47, armi progettate per l’impiego sul campo di battaglia, si deve considerare il potere d’arresto e la velocità d’uscita di armi del genere. Quando si tratta di quelle armi… la risposta è sì».

La catena Walmart ha recentemente annunciato che smetterà di vendere armi corte in Alaska, nonché fucili a canna corta e munizioni per pistole su tutto il territorio nazionale, mentre all’inizio di quest’anno la Dick’s Sporting Goods ha eliminato i fucili da caccia da 125 dei suoi negozi.

Nella foto di apertura, in alto, tre varianti di AR-15 esposte presso il Dipartimento di Giustizia della California a Sacramento (foto AP/Rich Pedroncelli).

About The Author

è l'unica rivista mensile a diffusione nazionale interamente dedicata allo "sport del 21° secolo": il soft air, gioco di squadra che riunisce in sé le discipline del combattimento a fuoco simulato.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *