08 Dicembre, 2019

header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
In evidenza
Un mondo di cretini: «Vietate i coltelli da cucina»

Un mondo di cretini: «Vietate i coltelli da cucina»

La Chiesa d’Inghilterra chiede il banning dei coltelli da cucina acuminati

Fino ad oggi, quella di abolire i coltelli da cucina è stata una battuta surreale usata per esprimere, in maniera paradossale, contrarietà ai propositi dei politici di sinistra di vietare l’acquisto e la detenzione di armi da fuoco da parte dei privati cittadini al fine di prevenire gli omicidi. Domani, potrebbe diventare una distopica realtà imposta dal buonismo e dal politicamente corretto

Ebbene, la Chiesa d’Inghilterra ha sollecitato il governo britannico a mettere fuori legge i coltelli da cucina acuminati per prevenire gli atti di violenza perpetrati con l’uso di lame casalinghe, ormai dilaganti nei quartieri “etnici” delle città dell’UK. Insomma, al pari dei preti cattolici, anche quelli anglicani vedono il dito e non la luna, pertanto, invece di reclamare un maggior controllo sull’immigrazione dall’Asia e dall’Africa, principale fonte di criminalità diffusa, chiedono provvedimenti assurdi che risulterebbero ingiustamente restrittivi per l’intera popolazione.

In merito, vi proponiamo la traduzione di un breve articolo pubblicato da RT Question More.

I vescovi della Chiesa d’Inghilterra stanno chiedendo al governo di prendere una seria posizione sui crimini commessi con l’uso di coltelli vietando i coltelli da cucina appuntiti. Il suggerimento è stato accolto con un po’ di perplessità e molte battute.

I leader della Chiesa, col sostegno della polizia, delle vittime e degli psichiatri, hanno scritto una lettera aperta al governo, sostenendo che i coltelli casalinghi dovrebbero essere ridisegnati con le punte arrotondate per ridurre il numero di aggressioni letali. Essi sostengono che le lame appuntite non sono nemmeno necessarie al giorno d’oggi, dato che abbiamo le forchette per mangiare.

L’assurdità di vietare un comune utensile da cucina è stata sottolineata con perplessità dai frequentatori della rete, considerando in particolare che la proposta è arrivata dopo che la polizia ha recentemente annunciato che non diffonderà più immagini di coltelli sequestrati «per contribuire a ridurre la paura dei coltelli», mentre l’Home Office [in pratica, il ministero degli interni britannico, ndt] utilizza le confezioni da asporto per dire sostanzialmente alla gente che pugnalare è male.

A dispetto di tali ingegnose politiche di lotta alla criminalità, il governo sembra ottenere scarsi risultati in termini di riduzione dei crimini violenti perpetrati con l’uso di coltelli e sembra non riuscire a convincere i cittadini che il problema venga affrontato in maniera efficace.

Molti utenti di Twitter sono rimasti sconcertati dalla proposta di vietare i coltelli da cucina appuntiti, chiedendosi se si tratti di una specie di scherzo, mentre altri hanno messo in evidenza la fondamentale inutilità dell’idea facendo notare quanto sia facile trovare armi improprie con la punta acuminata o costruirle da sé.

About The Author

è l'unica rivista mensile a diffusione nazionale interamente dedicata allo "sport del 21° secolo": il soft air, gioco di squadra che riunisce in sé le discipline del combattimento a fuoco simulato.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *