04 Dicembre, 2020

header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
In evidenza
Con le Simunition anche l’esercito “gioca” alla guerra

Con le Simunition anche l’esercito “gioca” alla guerra

L’esercito italiano adotta le Simunition

Si tratta di un sistema a energia ridotta sviluppato allo scopo di rendere il più realistico possibile l’addestramento al combattimento

Articolo tratto da www.esercitodifesa.it

Un team della brigata meccanizzata “Pinerolo”, qualificato per la scorta e tutela VIP, si è addestrato, per circa due settimane, in terra pugliese all’impiego di un nuovo munizionamento non letale per rendere ancora più realistiche le attività operative.

L’obiettivo è stato quello di rivedere e standardizzare le tecniche di tiro e movimento in spazi ristretti, in un contesto sicuro e molto reale, in cui le armi in dotazione all’Esercito sono alimentate da proiettili con carica ad acqua e coloranti, appartenenti all’insieme denominato “Simunition”.

Si tratta di un sistema brevettato, con funzionamento ad energia ridotta, costituito da munizioni a corto raggio che, impiegato congiuntamente ad un kit di conversione in sostituzione dell’otturatore originale, permette di effettuare attività a partiti contrapposti (force on force), rendendo lo scenario addestrativo estremamente reale.

Affiatamento, preparazione e intenso addestramento è quanto viene richiesto al personale impiegato nella scorta e tutela VIP che, dopo essere stato rigidamente selezionato tra i reggimenti appartenenti alla Brigata “Pinerolo”, entra a far parte di un team dell’Esercito ad elevata specializzazione ed impiegati soprattutto in scenari internazionali per garantire la sicurezza di personale militare.

About The Author

è l'unica rivista mensile a diffusione nazionale interamente dedicata allo "sport del 21° secolo": il soft air, gioco di squadra che riunisce in sé le discipline del combattimento a fuoco simulato.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *