24 Luglio, 2021

header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
In evidenza
La “Disneyland della guerra” compie sei anni

La “Disneyland della guerra” compie sei anni

Il parco “Patriot” compie sei anni

Un fantastico mix tra un’istituzione museale e un lunapark ideato dai russi per educare i giovani al patriottismo

A Odincovo, città russa appartenente al distretto di Mosca, sorge un grande parco tematico interamente dedicato al mondo militare, alla storia bellica e ai mezzi da guerra.

Si chiama “Patriot” e al suo interno si trovano un museo dell’aviazione, uno dei mezzi blindati, uno dell’artiglieria, oltre a esposizioni d’armi ed equipaggiamenti da guerra, simulatori di combattimento, impianti per uso ludico e altre incredibili attrazioni.

Il parco è nato espressamente per educare i giovani all’amor di patria e alla conoscenza della storia nazionale, permettendo loro non solo di visitare mostre e musei, ma anche di viaggiare e volare su mezzi militari, sparare con armi vere, lanciarsi col paracadute e sperimentare ogni altra attività correlata alla cultura militare. Insomma, d’imparare divertendosi.

Tra le varie installazioni, grande entusiasmo suscita la pista dei “mini cingolati” riservata ai più piccoli, con riproduzioni in scala di carri armati e cannoni d’assalto dell’esercito russo/sovietico (vedi slide in testa di pagina).

“Patriot”, che a gennaio 2021 ha compiuto sei anni di vita, rappresenta qualcosa di sicuramente orribile per le “anime belle” del pacifismo occidentale. Per i russi, invece, esso è il luogo giusto per insegnare ai giovani proprio ad amare e difendere la pace. Questo perché, come giustamente dicevano i nostri progenitori latini, si vis pacem, para bellum (“se vuoi la pace, preparati alla guerra”)!

Qui sotto, il video promozionale del parco:

About The Author

è l'unica rivista mensile a diffusione nazionale interamente dedicata allo "sport del 21° secolo": il soft air, gioco di squadra che riunisce in sé le discipline del combattimento a fuoco simulato.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *