28 Febbraio, 2024

header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
In evidenza
Le ASG “non autorizzate” del rapper violento

Le ASG “non autorizzate” del rapper violento

Nota della redazione di “Soft Air Dynamics”: senza entrare nel merito della vicenda giudiziaria – cosa che non ci compete – ci chiediamo da quando in qua, per detenere una replica da soft air, occorra un’autorizzazione. E che tipo di autorizzazione? Da parte di chi? Ora consentiteci un’altra domanda: per caso, è cambiata la normativa in materia di ASG o, come al solito, quelli di Fanpage.it  hanno un modo “tutto loro” di fare informazione?

Andrea Arrigoni, in arte Shiva.

Arrestato per tentato omicidio, il rapper Shiva aveva due machete e armi softair senza autorizzazione

Shiva è in carcere a San Vittore dal 26 ottobre con le accuse di tentato omicidio e porto abusivo di armi. Durante la perquisizione nella sua casa discografica Milano Ovest, la polizia ha trovato mitragliatrici softair e una pistola giocattolo. Nell’auto che era a disposizione anche del trapper 24enne, invece, c’erano due machete

Articolo di Enrico Spaccini per Fanpage.it

Milano, 27 ottobre 2023 – La polizia di Stato ha arrestato ieri mattina Andrea Arrigoni, conosciuto nella scena musicale trap come Shiva. Le accuse nei suoi confronti sono di duplice tentato omicidio e porto abusivo di arma. Il 24enne di Legnano, che ora si trova in carcere a San Vittore, lo scorso 11 luglio ha sparato a due ragazzi, Alessandro R. e Walter P., che si erano presentati al parcheggio della casa discografica Milano Ovest ferendoli alle gambe. Durante la perquisizione di quei locali di Settimo Milanese, gli agenti hanno trovato diverse armi softair, detenute senza autorizzazione, e due machete.

Le ASG trovate durante la perquisizione.

Cosa rischia Shiva
Una pistola giocattolo e alcune mitragliatrici softair sono state trovate all’interno della casa discografica Milano Ovest. Shiva, quindi, dovrà fornire agli inquirenti una spiegazione del perché avesse quelle armi senza l’autorizzazione.

Inoltre, dopo aver perquisito l’auto che è nella disponibilità degli otto indagati, quindi compreso il trapper, gli agenti della polizia hanno trovato anche due machete.

Il video della sparatoria.

Le accuse nei confronti di Shiva
Quello del porto abusivo di arma è uno dei capi d’imputazione che hanno portato Shiva in carcere la mattina del 26 ottobre. Come ha spiegato il giudice Valerio de Gioia a Fanpage.it, si tratta di un reato che sarebbe ancora più grave se si venisse a scoprire che la pistola che ha usato per sparare ai due ragazzi l’11 luglio aveva la matrice abrasa, quindi non identificabile.

L’imputazione più grave rimane comunque quella del duplice tentato omicidio che la Procura contesta al trapper 24enne. Come si legge nell’ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip, Shiva quel giorno ha sparato “ad altezza d’uomo” diversi colpi ferendo due persone. Accusa che comunque potrebbe essere derubricata in lesioni nel corso del procedimento giudiziario.

La scena del video in cui Shiva spara nel parcheggio della casa discografica Milano Ovest.

Se vuoi lasciare un commento, utilizza l’apposita finestra che trovi in basso nella pagina.

Se desideri consultare l’aggiornamento delle notizie inerenti il soft air pubblicate dalla stampa generalista, CLICCA QUI.

About The Author

è l'unica rivista mensile a diffusione nazionale interamente dedicata allo "sport del 21° secolo": il soft air, gioco di squadra che riunisce in sé le discipline del combattimento a fuoco simulato.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *