10 Dicembre, 2022

header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
header banner
In evidenza
Armi soft air irregolari in fiera, scatta il sequestro

Armi soft air irregolari in fiera, scatta il sequestro

Nota della redazione di “Soft Air Dynamics”: una volta tanto, non abbiamo commenti da fare. La legge è legge. Punto e basta. 

Armi soft air irregolari alla Fiera dell’8 settembre, scatta il sequestro

Articolo tratto da TuttOggi

Spoleto (Pg), 12 settembre 2022 – Armi da soft air contraffatte alla Fiera dell’8 settembre di Spoleto. A scoprirle i funzionari dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli (ADM) di Perugia insieme alla polizia municipale cittadina.

Tra gli stand, infatti, sono stati trovati sei pistole, un fucile e settantadue bombole di “power gun air” irregolari. Posti sotto sequestro anche due dispositivi di protezione individuale (maschere) e un tiro a segno. Tutti erano esposti per la vendita da un commerciante laziale, destinati agli sportivi e appassionati di soft air.

Le confezioni in cui erano riposte le armi e gli involucri di “power air gun” non presentavano, a vario titolo, le indicazioni del produttore o importatore stabilito nell’Unione Europea, la presenza di materiali o sostanze che possono arrecare danno all’uomo o all’ambiente e le istruzioni, prescrizioni e destinazione d’uso in lingua italiana. Violazioni principalmente al Codice di consumo, in materia di sicurezza dei prodotti e di marcatura CE, in alcuni casi totalmente assente.

Il mancato rispetto delle norme in tema di consumo comporterà una sanzione amministrativa che può arrivare fino a un massimo di quasi 26 mila euro.

L’operazione è stata condotta nei due giorni in cui si è svolta la tradizionale Fiera della Madonna di Loreto (quasi 200 gli espositori), durante i quali, anche con l’ausilio di personale in borghese, sono stati effettuati controlli a campione sulle merci esposte, risultate conformi alle direttive e leggi vigenti a tutela della sicurezza del consumatore e in difesa dei marchi titolari dei vari prodotti.

«L’attività si inquadra nell’ambito del protocollo d’intesa sottoscritto da ADM e dal Comune di Spoleto proprio nella scorsa primavera e che prevede azioni congiunte del personale del nostro reparto antifrode in sinergia con la polizia locale in materia di vigilanza del mercato, lotta alla contraffazione, tutela del Made in Italy e della salute del consumatore», dichiara Roberto Chiara, direttore territoriale ADM di Toscana e Umbria. «Sono già quattro i protocolli siglati in Umbria con le amministrazioni comunali di Perugia, Spoleto, Terni, Città di Castello cui si aggiungerà entro la fine di questo mese l’accordo con il municipio di Foligno».

«Si è trattato del primo intervento nel nostro territorio frutto del protocollo di intesa firmato con l’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli che testimonia la bontà degli obiettivi posti alla base di questo accordo e di questa collaborazione», dice il comandante della polizia locale di Spoleto, Massimo Coccetta. «La sinergia avviata sarà utile anche in futuro per far emergere quei fenomeni di contraffazione che danneggiano in primis le attività commerciali del territorio. Ringrazio l’agenzia per la professionalità dimostrata, il nostro vice comandante Maurizio Gioacchini e gli agenti della polizia locale che hanno partecipato alla operazione».

Se vuoi lasciare un commento, utilizza l’apposita finestra che trovi in basso nella pagina.

Se desideri consultare l’aggiornamento delle notizie inerenti il soft air pubblicate dalla stampa generalista, CLICCA QUI.

About The Author

è l'unica rivista mensile a diffusione nazionale interamente dedicata allo "sport del 21° secolo": il soft air, gioco di squadra che riunisce in sé le discipline del combattimento a fuoco simulato.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *